Real Monterotondo Scalo espugna il Desideri

Succede di tutto al Desideri. Il Fiumicino 1926 conduce un ottima partita per tre quarti di gara, quando al 70esimo Giacinti (Fiumicino), già ammonito, si alza volontariamente la palla per darla di testa al proprio portiere. L’arbitro inizialmente ammonisce il difensore rosso-blu per condotta anti-sportiva, ma dopo un confronto col suo assistente decide di rivedere la sanzione, dal momento che l’estremo difensore della squadra di casa Molon non ha bloccato la palla con le mani. Passa un minuto e lo stesso Giacinti trova il doppio giallo: entrata in ritardo del numero 6 su un avversario ed espulsione.

A rendere il finale ancora più in salita per il Fiumicino, si aggiunge il fallo in area di rigore di Ferrentino ai danni del numero 7 avversario con conseguente espulsione del classe 2000. Dagli undici metri si presenta Lalli che spiazza Molon e a poco meno di 10 minuti dalla fine porta il risultato sul pari.

Da qui in poi, lo Scalo attacca in 11 contro 9 e l’inferiorità numerica si fa sentire. La squadra di casa cerca di conquistare almeno un punto, ma i ragazzi di mister Gregori agguantano la vittoria al 90° con Lalli: palla in mezzo dalla destra, assist fantastico di tacco di Sganga a liberare Lupi che prima si fa respingere la conclusione da un ottimo Molon ma poi ribadisce in rete. 

Prova il forcing finale il Fiumicino su calcio d’angolo al 94esimo minuto. Sale anche il portiere di casa, ma la palla viene ribattuta dalla difesa e su rovesciamento di fronte Baldassi sigla il 3-1 a porta vuota per il Real Monterotondo Scalo che chiude i giochi.

Si conclude quindi il primo match del Girone A per le due squadre. Nel prossimo impegno, il Fiumicino andrà in trasferta al Galli di Cerveteri (anche loro sconfitti alla prima), mentre il Real Monterotondo Scalo ospiterà l’Ottavia in casa, reduce da una vittoria contro la Polisportiva Favl Cimini.