Tag: cano

campus eur

Campus Eur: ufficiale l’arrivo di Alex Cano dal Pomezia, le prime parole del giocatore

L’estate del Campus si fa più bollente che mai, le tigri dell’Eur, dopo la salvezza ottenuta la scorsa stagione, stanno allestendo una rosa per permettere a mister Cangiano di avere a disposizione più qualità e scelte tattiche.

Dopo i rinnovi di Calveri e Guiducci, che sono stati seguiti da quelli di Visconti, Pietrini e Gabriele, sono arrivati i primi colpi: Manga, Amadio e Rondoni. Da poche ore, sempre tramite le dichiarazioni del direttore sportivo Claudio Caterini, è arrivata un’altra ufficialità: Alex Cano è ufficialmente un giocatore del Campus Eur.

Il trequartista lo scorso anno ha conquistato la Serie D con il Pomezia ed è stato uno dei protagonisti della stagione: ragazzo classe 1990 (32 anni), fantasista che nella sua carriera ha ricoperto anche i ruoli di centrocampista puro o seconda punta. Di seguito trovate le sue prime parole con la maglia del Campus Eur:

Come giudichi nel complesso la tua passata stagione?

La scorsa è stata davvero una bella stagione, sia a livello personale che a livello di gruppo. Umanamente e professionalmente eravamo davvero un bel gruppo, i risultati poi parlano da soli. A livello personale sono stato fortunato a giocare tutto l’anno anche da protagonista, quindi sono stato davvero tanto contento di aver aiutato la squadra ad arrivare al suo obiettivo, è stata davvero una bellissima annata.

Cosa ti ha spinto a scegliere il Campus Eur?

Conosco il Campus Eur, so che si tratta di una società seria che cerca di fare le cose in modo più professionale possibile, inoltre cercano di fare una squadra abbastanza competitiva, quindi si è trattata di una bella situazione.

Quali sono i tuoi obiettivi personali e di squadra per la prossima stagione?

Come detto siamo una squadra abbastanza competitiva, dunque speriamo di fare qualcosa d’importante per il prossimo campionato. Siamo consapevoli che ci sono altre società che partono come favorite o che hanno un budget più alto del nostro, ma anche noi saremo belli competitivi. Naturalmente mi auguro di fare una bella annata, a livello personale migliorare i numeri fatti lo scorso anno e a livello di squadra arrivare più in alto possibile.