Tag: manuel tancredi

manuel tancredi ceccacci

Zona MYSP, Trofeo Ceccacci: intervista a Manuel Tancredi dopo Montespaccato – Samagor

Manuel Tancredi, difensore del Montespaccato, è stato votato come migliore in campo al termine della partita contro il Samagor valida per i quarti di finale del Trofeo Mario Ceccacci. Il ragazzo è la seconda volta che viene premiato con questo titolo, segno che si sta distinguendo rispetto a tutti gli altri giocatori.

Mi faresti un’analisi della partita?

Siamo partiti forte e siamo passati subito in vantaggio, mi è piaciuto come siamo entrati in campo e poi al secondo tempo l’abbiamo chiusa.

Hanno fatto una piccola battuta quando hai fatto l’assist, dunque sei un attaccante o un difensore?

Un difensore, (ride) ho visto un mio compagno e ho visto anche lo specchio vuoto, ma ho preferito servire il compagno visto che avevo già segnato in precedenza.

Secondo noi è stata la miglior partita che avete giocato finora, sei d’accordo?

Si, anche secondo me. Stiamo cominciando a prendere consapevolezza dei nostri mezzi e vogliamo andare fino alla fine di questo torneo.

manuel tancredi ceccacci

Zona MYSP, Trofeo Ceccacci: intervista a Manuel Tancredi dopo Fiano Romano – Montespaccato

Al termine di Fiano Romano – Montespaccato (trovate qui la cronaca della partita), abbiamo intervistato Manuel Tancredi, capitano del Montespaccato autore del gol decisivo che ha permesso alla sua squadra di ribaltare il risultato. Il numero 4 al termine dei novanta minuti è stato eletto come uomo partita, di seguito trovate le sue parole:

Migliore in campo oggi e gol della vittoria da difensore. Raccontaci le tue emozioni.

Sono contento per la vittoria. È stata una partita sofferta, ma abbiamo fatto una grande prestazione e complimenti alla squadra avversaria.

Invece sulla partita in generale cosa dici?

Siamo passati in svantaggio, siamo riusciti a ribaltarla e sono o molto contento di questo.

Obiettivo per la prossima gara?

Il nostro obiettivo è passare da primi il girone e quindi andare a battere l’Ottavia e secondo me possiamo farcela.