Tag: carmine picariello

carmine picariello ceccacci

Zona MYSP, Trofeo Ceccacci: intervista a Carmine Picariello dopo Savio – Ottavia

Savio – Ottavia, gara valida per le semifinali del Trofeo Mario Ceccacci, si è conclusa sul risultato di 3-1. Al termine della gara abbiamo intervistato Carmine Picariello, allenatore dell’Ottavia, che nonostante l’eliminazione si è mostrato davvero soddisfatto della sua squadra. Di seguito trovate le dichiarazioni:

Siete la squadra che ci ha fatto più divertire. Ci fa un’analisi di come è andata oggi indipendentemente dal risultato?

È sotto gli occhi di tutti, gli avversari sono di una qualità estrema e secondo me sono la migliore squadra del torneo. È una squadra che conosciamo bene perché era nel nostro girone e ci ha messo in difficoltà in entrambe le partite. Non cerchiamo giustificazioni ma eravamo in pochi, molto stanchi, Rossi, che è fondamentale, è infortunato e un paio malconci che abbiamo comunque mandato in campo.

Purtroppo non abbiamo potuto usufruire dei 2006 che domani fanno i quarti di finale del Beppe Viola. Sicuramente essendo andati in vantaggio fino all’1 pari, e poi c’è stato purtroppo l’infortunio del nostro portiere. Se la squadra avversaria non riesce a pareggiare così presto forse noi possiamo resistere un po’ di più e meglio. Loro dall’1 pari si sono caricati e invece noi abbiamo cominciato a sentire tantissimo la stanchezza.

Una cosa che abbiamo notato è che siete una squadra che pure sul 2 – 1 o sul 3 – 1 siete sempre in partita. Questo è dovuto alla mentalità dei ragazzi ma anche da quello che voi siete riusciti a trasmettergli.

Loro sono un gruppo eccezionale che noi speriamo si possa confermare appieno nell’organico, perché questa squadra per intero, tranne chi farà scelte diverse, integrata dai 2003 e 2004, il prossimo anno andrà a fare un campionato di vertice assoluto negli Under 19 regionale. E quindi è una squadra forte, molto forte, con la mentalità già da Juniores.

Gli manca un po’ di fisicità, ma c’è mentalità, tecnica e tattica e sono pronti per affrontare un campionato superiore. Ci dispiace perché abbiamo incontrato le due squadre che si potevano incontrare in finale, Grifone e Savio. Il Trastevere lo abbiamo battuto nel girone, il Montespaccato ci ha battuto 1 – 0 ma è stata una partita equilibratissima e li avremmo affrontati sicuramente molto meglio. Abbiamo incontrato il Grifone e il Savio che sono due squadre ottime, il Savio per certi tratti ci è stato superiore, allenato dal mio collega molto bene. Invece noi siamo calati di intensità e fisicamente e avremmo avuto bisogno di almeno atri due cambi.

carmine picariello ceccacci

Zona MYSP, Trofeo Ceccacci: intervista a Carmine Picariello dopo Grifone – Ottavia

Sono andati in scena i quarti di finale tra Grifone e Ottavia in occasione del Trofeo Mario Ceccacci. Al termine della gara, conclusa con il risultato di 1-2, abbiamo avuto ospite ai nostri microfoni il mister dei blues Carmine Picariello, che molto lucidamente ha analizzato l’andamento della gara. Di seguito trovate le sue parole:

Ci fa un’analisi della partita?

È stata una partita per larghi tratti equilibrata ed è motivo di grande soddisfazione aver battuto una squadra veramente molto forte. La conoscevamo bene perché quest’anno l’avevamo incontrata quattro volte e quindi l’abbiamo affrontata con determinazione e con la voglia di andarci a prendere un risultato positivo.

Sicuramente la partita ha girato dopo l’espulsione del loro centravanti, che tra l’altro è uno dei giocatori più forti, e noi abbiamo avuto il coraggio di andarci a prendere il risultato. Devo fare i complimenti al Grifone che è un’ottima squadra e quindi, ripeto, è motivo di ulteriore soddisfazione da parte nostra per la vittoria.

Secondo noi questa gara è stata finora la migliore del torneo, anche lei la pensa così?

In verità non ho seguito le altre partite, ma questa è stata una grande partita, non soltanto grazie a noi ma anche grazie agli avversari che sono una gran bella squadra che anche in campionato ha meritato di arrivare ai playoff. Noi siamo contenti di averla battuta.