Categoria: Interviste

Totti Soccer School, D'Ulisse: "Con il Milan un'organizzazione magnifica"

Totti Soccer School Under 13 a Milano, D’Ulisse: “Affrontare il Milan una gioia per i ragazzi”

Il dg della Totti Soccer School: “L’evento è stato preparato come una gita calcistica per permettere ai ragazzi di fare un’esperienza unica”

Nel fine settimana la Totti Soccer School è stata a Milano con i ragazzi Under 13 nell’evento organizzato da Coaching Sport Italia. A partecipare numerose squadre lombarde, tra cui il Milan. Un’esperienza senza precedenti per i piccoli giocatori. “Confrontarsi contro il Milan e altre squadre della Lombardia ci ha arricchito di un esperienza che è andata oltre le partite che abbiamo giocato sul rettangolo verde”. Con queste parole Claudio D’Ulisse, direttore generale della Totti Soccer School e allenatore dell’Under 13, ha accolto l’iniziativa. Di seguito l’intervista a lui realizzata da MYSP.

Come è nata questa avventura?
“In primis io sono il direttore generale della Totti Soccer School e in più sono responsabile tecnico e allenatore dell’Under 13. Non è stato un vero e proprio torneo, ma due quadrangolari a Milano a cui ha partecipato il nostro gruppo dei 2010“.

La chiamata come è arrivata?
“Io sono uno dei direttori tecnici della metodologia Coerver Coaching. Faccio parte di quel mondo e organizzo spesso tornei ed eventi. Per questo abbiamo contatti con le società professionistiche di tutta Italia”.

Chi si è occupato dell’organizzazione?
Coaching Sport Italia, di cui faccio parte. È l’organizzazione licenziataria della metodologia Coerver Coaching in Italia. È stato organizzato tutto da loro ed è stato perfetto. Siamo sempre stati seguiti da una persona che ci ha accompagnato dal primo momento fino ai saluti alla stazione di Milano. Abbiamo fatto anche un tour al Duomo“.

Come è stato confrontarsi con il Milan?
“Nel Milan abbiamo notato una preparazione tecnica molto importante, ma anche un’ottima organizzazione di gioco e di squadra. Abbiamo visto una squadra molto preparata. Gli allenatori davano i suggerimenti giusti“.

Rivolgiti alla segreteria del tuo club per richiedere i servizi MySoccerPlayer! L’app MySpSport è disponibile su App Store e Google Play.

I ragazzi come hanno affrontato queste partite? Erano entusiasti o agitati?
“Noi l’abbiamo presa come una gita calcistica per far fare esperienza ai ragazzi e per far vedere loro le realtà del Nord. Loro sono già abituati a giocare contro società professionistiche, perché abbiamo già organizzato eventi simili. Ovviamente non avevano mai giocato contro il Milan, per loro è stata una grande gioia e un’esperienza importante. Ne riproporremo di nuove, anche con altre categorie“.

Indomita Pomezia, Cardinale: "La vittoria con la Vivace ci da morale"

Indomita Pomezia, Cardinale: “La vittoria con la Vivace ci dà morale”

Il capitano dell’Indomita Pomezia Under 19: “È stata una partita tirata fino all’ultimo. La classifica è bugiarda”

Nel fine settimana la Juniores Under 19 dell’Indomita Pomezia ha vinto 2-1 contro la Vivace Grottaferrata 1922. Una vittoria importante per i gialloneri, che ha permesso loro di uscire dalla zona Playout e ritornare al successo nel campionato Regionale. I tre punti mancavano dalla sfida con la Vjs Velletri del 10 dicembre scorso. A fare il punto sulla situazione della sua squadra, il capitano Lorenzo Cardinale, che ha dichiarato ai canali ufficiali della società:

“Con la Vivace Grottaferrata è stata una partita tirata fino all’ultimo con molte occasioni per noi. Sicuramente è una vittoria che ci porta tanto morale per le prossime partite. Finora abbiamo perso molti punti che non meritavamo di perdere. La classifica è di certo bugiarda: mostreremo il valore della nostra rosa nelle prossime giornate, ne sono convinto. Siamo già usciti da un momento complicato. Essendo il capitano, nei momenti difficili ho preso da parte la squadra e con il dialogo abbiamo cercato di capire i problemi che purtroppo abbiamo incontrato e ci abbiamo lavorato sopra”.

Il pensiero di Cardinale è andato poi alla sfida del prossimo fine settimana contro la Bi.Ti., terza in classifica: Sicuramente sarà una partita di sacrificio da parte di tutti, in settimana stiamo lavorando bene per imporre il nostro gioco anche lì da loro. Spero che sarà una gara ricca di emozioni“.

 

Rivolgiti alla segreteria del tuo club per richiedere i servizi MySoccerPlayer! L’app MySpSport è disponibile su App Store e Google Play.

Ottavia

Ottavia Under 14, Lucci: “Favl Cimini da non sottovalutare”

Il capitano biancoblù sulla gara contro il Favl Cimini: “Sarà complicata, ma se giochiamo come sappiamo possiamo vincere”

Un periodo positivo per l’Ottavia Under 14, che, con la vittoria sul Dopolavoro Football Club per 1-4, ha raggiunto il quarto successo consecutivo. Un ruolino che, se continuato, potrebbe portare al primo posto nel Girone A del campionato Regionale, essendo i biancoblù a soli due punti dalla capolista Montespaccato, che tuttavia ha una giocato una gara in più. Il capitano Leonardo Lucci ha raccontato ai canali ufficiali della società il bel momento per la sua squadra.

Ottavia, Tedeschi: “Con l’Aranova è una partita da dentro o fuori”

“Stiamo vivendo un ottimo stato di forma, siamo stati bravi ad andare in vantaggio su un campo difficile. Nel secondo tempo abbiamo sofferto ma, dopo il 2-1, siamo stati una squadra vera nel momento di difficoltà e abbiamo vinto meritatamente la partita giocando bene”. Tre punti che lanciano i ragazzi di Del Brocco nel migliore dei modi verso il prossimo impegno contro la Favl Cimini ottava della classe. Una partita fondamentale, visto che nella stessa giornata riposerà il Montespaccato: “È molto importante per noi e per la nostra classifica. Giochiamo contro una squadra fastidiosa che non dobbiamo sottovalutare, perché ha vinto partite anche contro squadre importanti. Sarà una gara complicata, ma, se giochiamo come sappiamo, con la determinazione e l’umiltà giusta possiamo vincere”.

 

Rivolgiti alla segreteria del tuo club per richiedere i servizi MySoccerPlayer! L’app MySpSport è disponibile su App Store e Google Play.

Pomezia Calcio 1957, Ferrazzoli: "Vogliamo la salvezza. La squadra è decisa"

Pomezia Calcio 1957, Ferrazzoli: “Vogliamo la salvezza. La squadra è decisa”

L’allenatore del Pomezia: “Ringrazio tutta la dirigenza per la fiducia. Mio fratello allena il Nola. Lo incontrerò come avversario”

Una nuova era è cominciata al Pomezia Calcio 1957, che ha cambiato l’allenatore della Prima Squadra ad inizio settimana in seguito alla sconfitta per 4-0 contro la Lupa Frascati. L’insuccesso è stato fatale per Venturi che è stato esonerato dalla dirigenza. Al suo posto arriva Fabrizio Ferrazzoli, che si è presentato in conferenza stampa in seguito al primo allenamento con la squadra: “Ringrazio la società, il Patron Alessio Bizzaglia e il DS Alessandro Mezzina per la fiducia riposta nei miei riguardi. Ho accettato con grande orgoglio questo nuovo incarico, consapevole che la situazione non è facilissima, ma allo stesso tempo sono molto fiducioso“.

Così ha esordito il nuovo tecnico dei rossoblù, che ha poi continuato: “Ci tengo a sottolineare che al momento questa squadra ha collezionato 21 punti, non pochi vista la valenza del Girone G di Serie D. Poi vanno considerate anche le varie difficoltà affrontate durante il percorso da Mauro Venturi, ottimo allenatore che conosco molto bene. Ieri ho avuto modo di presentarmi alla squadra e dirigere il primo allenamento. Tanti di loro, soprattutto gli over, li conosco da tempo. Ho trovato un gruppo vivo, voglioso di uscire il prima possibile da questa situazione di classifica“.

Il nuovo allenatore si è soffermato sugli obiettivi: “La società è stata chiara, l’obiettivo rimane la salvezza e, vista la classifica, dobbiamo mettere tutti noi stessi per centrare questo traguardo. Ho parlato con i ragazzi, li ho visti tutti molto decisi e volenterosi di mettersi a disposizione della causa, consapevoli che solo con il lavoro e il sacrificio possiamo ottenere quello che la società ci ha chiesto. Questo girone lo conosco bene, avendolo disputato con il Monterotondo tanti anni fa. Il fattore ambientale incide molto, ci sono piazze e squadre blasonate e organizzate”.

Non perderti le notizie sul mondo dilettantistico della Regione Lazio. Scarica l’app MySP Sport, disponibili per Apple e Android.

Secondo Ferrazzoli, la squadra ha tutte le carte in regola per fare bene in campionato: “Qui a Pomezia non ci manca nulla. Parliamo di una società gloriosa, con alle spalle una dirigenza importante. Sono sicuro che con il lavoro e la dedizione usciremo presto da questo periodo negativo. Si è vero, l’ironia della sorte ha voluto che mio fratello Pino allenasse il Nola proprio in questo girone. Ci siamo sentiti, ci siamo scambiati delle opinioni e soprattutto la nostra speranza è quella di festeggiare la salvezza insieme, visto che all’ultima giornata ci affronteremo da avversari“.

Infine, il tecnico ha chiosato sul Tivoli, che affronteranno domenica tra le mura amiche: “Conosco molto bene questa squadra avendola vista tante volte in questa stagione, oltre ad averne indossato la fascia da capitano da giocatore. Sarà una gara difficile, molto nervosa, un vero scontro diretto. Dovremo essere bravi ad interpretare la partita con l’atteggiamento giusto, consapevoli che dobbiamo fare punti e quindi dobbiamo fare una grande prestazione. Purtroppo si gioca a porte chiuse e senza tifosi non è facile. Dobbiamo fare quadrato e approcciare la partita nel modo giusto. Sono sicuro che ci faremo trovare pronti, sono consapevole della forza dei miei ragazzi“.

Pomezia Calcio 1957, Del Grosso e Tonelli alla guida della Juniores Under 19

Nuova

Nuova Tor Tre Teste Under 14, Cianti: “Il risultato è solo una conseguenza della crescita”

Photo © GSD Nuova Tor Tre Teste

L’allenatore dell’Under 14 rossoblù sulla vittoria con il Fonte Meravigliosa: “Contentissimo dei ragazzi, hanno disputato una grande prestazione

Nell’undicesima giornata del Girone C del campionato U14 Élite, la Nuova Tor Tre Teste ha vinto per 3-0 contro il Fonte Meravigliosa. Con il pareggio a reti bianche della capolista Frosinone sul campo dell’Atletico 2000, i rossoblù sono ora secondi, a sole due lunghezze dalla vetta solitaria. Mister Antonello Cianti ha raccontato la vittoria e il bel momento della sua squadra sui canali ufficiali della società.
Bella partita contro un avversario di valore che ha messo in difficoltà diverse squadre. Nel primo tempo sfida equilibrata, nella ripresa il gol ci ha spianato la strada. Nonostante questo, dopo l’1-0 abbiamo rischiato di subire il pari, a riconferma di avere avuto davanti una formazione importante. Alzando i ritmi le cose poi sono cambiate. Contentissimo dei ragazzi, hanno disputato una grande prestazione. Facendo un punto della stagione, sin qui mi ritengo soddisfatto, ma abbiamo il dovere di proseguire su questa strada. La classifica si guarda, ma conterà quella di fine stagione. Affrontiamo partita dopo partita con la consapevolezza che il risultato è solo una conseguenza della crescita e del lavoro settimanale”.

 

Rivolgiti alla segreteria del tuo club per richiedere i servizi MySoccerPlayer! L’app MySpSport è disponibile su App Store e Google Play

Ottavia

Ottavia, Tedeschi: “Con l’Aranova è una partita da dentro o fuori”

Il difensore dell’Ottavia: “Dobbiamo rimanere concentrati. La vittoria con la Sorianese è stata importante a livello morale”

Nel fine settimana l’Ottavia ha vinto 1-0 contro la Sorianese e accorcia così la distanza dall’Aranova primo in classifica nel Girone A di Promozione. La vetta è distante solo 3 punti, con i biancoblù che ne hanno accumulati fino ad ora 31, grazie alle 8 vittorie, 7 pareggi e ben 0 sconfitte. Un traguardo importante per il club della borgata di Roma Nord, che ha anche la miglior difesa del campionato con sole 9 reti subite. Il merito è di tutta la squadra, ma in particolare del reparto arretrato, in cui spicca Aldo Tedeschi, che ha parlato della vittoria contro la Sorianese: “È stata molto importante a livello morale, poiché dopo una sola vittoria nelle ultime cinque partite, vincere era l’unica cosa che importava, tanto più in casa. Abbiamo gestito bene la partita, tuttavia è pericoloso rimanere sull’ 1-0, come dimostrano i precedenti. Dobbiamo cercare di chiudere prima le partite”.

Il centrale ha poi continuato parlando della sfida di domenica prossima: “Sulla partita contro l’Aranova non ho intenzione di fare previsioni perché a parlare deve essere sempre il campo però posso dire che con il mister la stiamo preparando già dalla settimana scorsa. È una partita da dentro o fuori, al termine della gara possiamo ritrovarci sia primi che sesti e quindi dobbiamo rimanere concentrati e lottare su ogni pallone”.

 

Per guardare le partite del calcio dilettantistico della Regione Lazio scarica l’applicazione MySP Sport, disponibile su App Store e Google Play

Vigor Perconti

Vigor Perconti ospite del Torino, il Responsabile Scouting Mazzetta: “Colpito dalla loro organizzazione”

Tre ragazzi del 2010 in prova e due amichevoli tra le giovanili. Si fortificano i rapporti tra la Vigor Perconti e il Torino, con i rossoblù ospiti dei granata per un’esperienza utile ad atleti e staff per confrontarsi con una realtà prestigiosa e trarre degli spunti importanti per la crescita della propria “cantera”.
“Le due società si erano già relazionate in passato per via di Ben Lhassine Kone. La Vigor è una realtà importante a livello dilettantistico ed è normale che le società professionistiche vengano a guardare nel nostro settore giovanile – spiega Simone Mazzetta, responsabile dell’Area Scouting del club – Stiamo cercando di alzare l’asticella, e l’occasione è arrivata con l’interesse del Torino per quattro ragazzi del 2010, richiesti in prova. Da lì è nata l’idea di organizzare le amichevoli, così abbiamo chiesto e trovato disponibilità. I nostri Under 14 hanno giocato contro i loro Under 13, a cui si sono aggregati i 2010 in prova, con uno dei quattro purtroppo assente per infortunio, e i nostri Under 15 contro i loro Under 14”.

Le due squadre rossoblù sono partite e tornate in giornata, per permettere agli atleti di non saltare troppi giorni di scuola. “Ci può stare che si manchi un giorno per partecipare ad un’esperienza simile, ma una priorità della società è che i ragazzi studino”, sottolinea Mazzetta.

I giocatori che hanno sostenuto il provino, invece, sono stati ospitati nelle strutture granata. “Hanno mangiato, sono andati in palestra, hanno potuto usufruire di una sala svago e di un tutor. Sono stati benissimo. Me lo aspettavo, ma sono rimasto comunque colpito dallo stile e dall’accoglienza del Torino. Abbiamo potuto toccare con mano come si organizza al suo interno una società professionistica”.

Vigor Perconti
Vigor Perconti, gli Under 13 Gabriele Ranieri, Gabriel Placidi e Leonardo Cirillo in prova al Torino © Polisportiva Vigor Perconti

L’esperienza è stata utile, poi, per saggiare il livello di uno dei vivai più importanti d’Italia. “Vedere dei giocatori con quella capacità e facilità di gestire delle situazioni a livello sia tecnico sia tattico non è qualcosa che capita tutti i giorni, pur essendo noi abituati a vivere un contesto d’Élite – racconta Alessandro Loconte, allenatore dell’Under 14 – È stato molto formativo vedere come dei giocatori straselezionati riescano a confrontarsi anche sotto età, è una situazione che nel Lazio si verifica in pochissime realtà”. Loconte ha speso parole di apprezzamento anche per l’approccio del tecnico dell’Under 13 del Torino nei confronti dei suoi giocatori: “Si è relazionato a loro in maniera paterna e amichevole. Si crede che il professionismo sia un ambiente di soldati e persone rigide, mentre invece sono più vicini alle nostre realtà di quanto pensiamo”.

 

 

Rivolgiti alla segreteria del tuo club per richiedere i servizi MySoccerPlayer! L’app MySpSport è disponibile su App Store e Google Play

Ottavia

Ottavia Under 16, Travi: “Academy Ladispoli al nostro livello. Lavoriamo sodo per migliorarci

L’Ottavia U16 Élite ha iniziato il 2023 con un pareggio tra le mura amiche contro l’Academy Ladispoli. Il centrocampista Tommaso Travi ha raccontato all’ufficio stampa biancoblù le sue impressioni post partita.
“Siamo stati molto solidi in difesa. Loro erano abbastanza preparati, ma secondo me erano al nostro stesso livello. A mio parere la classifica è un po’ bugiarda (la squadra è attualmente penultima, ndr.), sia per quanto riguarda la qualità del gruppo, sia per quella dei singoli”. Travi racconta poi il clima che si respira nello spogliatoio dell’Ottavia:  “L’entusiasmo è sempre al primo posto, lavoriamo al meglio ogni settimana per migliorarci. Il mister ed il preparatore atletico ci seguono sempre e cerchiamo di lavorare sodo per arrivare al nostro obiettivo finale”.
Unipomezia

Unipomezia U17, sulla panchina arriva Giuliano Sugamele: “Grazie alla società per la fiducia, il nostro campionato inizia adesso”

Marco Di Venosa non è più l’allenatore dell’Unipomezia Under 17. Al suo posto l’ex tecnico dell’Under 19 Regionale dell’Indomita Pomezia Giuliano Sugamele. Lo ha annunciato la società con un comunicato, con il quale ha anche fornito le motivazioni della scelta, esplicitata come compiuta “di comune accordo” con lo stesso Di Venosa, il quale rimarrà comunque nei quadri tecnici del club. Sugamele è già a lavoro per preparare al meglio la ripresa del campionato, con la sua squadra che sarà impegnata nella sfida in casa contro il Nettuno. “Sono contentissimo di essere qui – ha dichiarato l’allenatore all’organo di stampa rossoblù – ringrazio tutta la società, in particolare il presidente Valle, il vicepresidente Morelli, il direttore Lo Russo e il ds Intelligenza, per la fiducia che mi hanno dimostrato. Appena ho ricevuto la loro chiamata ho accettato subito perchè so di lavorare in un club davvero importante”. Sugamele ha raccontato poi il primo approccio con il gruppo dei suoi nuovi ragazzi: “Le sensazioni sono più che positive, in società sono stati tutti pronti a darmi una mano, anche gli altri allenatori, oltre che un gruppo di ragazzi che ha tanta voglia di far bene. Li ho trovati un po’ demotivati e perciò il primo passo sarà quello di dargli nuova fiducia nei loro mezzi”. In chiusura l’allenatore ha analizzato la situazione in campionato, con il club pometino in questo momento terzultimo a 8 punti nel Girone E del campionato Allievi Regionali U17: “Gli obiettivi sono importanti, l’Unipomezia ha grandi ambizioni e perciò siamo pronti a dare il massimo per ripagare i tanti sforzi che sta facendo la società. Il nostro campionato inizia adesso, domenica incontreremo il Nettuno per quello che sarà uno scontro diretto a cui i ragazzi sono certo si faranno trovare pronti”.

 

Per non perderti le partite della prima squadra dell’Unipomezia, militante nel Girone A del campionato di Eccellenza Distretti Ecologici, scarica l’applicazione MySpSport, disponibile su App Store e Google Play.

Ostiantica, Barrago: "Scibilia gran colpo. Dobbiamo credere nella vittoria"

Ostiantica, Barrago: “Scibilia gran colpo. Dobbiamo credere nella vittoria”

Il portiere dell’Ostiantica: “Contro il Morandi sarà difficile. Danilo ha portato quel quid in più che mancava allo spogliatoio”

Dopo la vittoria per 2-1 con il Pontinia Davide Barrago, portiere dell’Ostiantica Calcio, ha parlato del successo nella tredicesima giornata del Girone C di Promozione. Ecco le sue parole ai canali social ufficiali della società:

Domenica è arrivata una vittoria importante in rimonta, avete cominciato bene il 29023
“Di sicuro abbiamo affrontato una delle squadre più toste e di livello, ma anche complete nei reparti. Squadra di esperienza che nel girone di ritorno darà filo da torcere a tante squadre. Gara difficile perché nel primo tempo era bloccata. entrambe le squadre hanno creato azioni importanti. La partita si è sbloccata sulle palle inattive. Vorrei fare i complimenti al Pontinia perché è una grande sorpresa del nostro girone”.

Che obiettivi vi state ponendo?
“Partire con i tre punti nel 2023 fa la differenza per una squadra giovane come la nostra. Abbiamo vissuto alti e bassi e la seconda parte di campionato ci dirà si che pasta siamo fatti. Dobbiamo fare partite importanti, come domenica con il Morandi, se vogliamo credere nella corsa al titolo. E secondo me dobbiamo farlo altrimenti non avrebbe senso venire al campo ad allenarci. Non ci poniamo obiettivi, ma giochiamo ogni domenica per i tre punti”.

Conterete sia sui giovani che sugli esperti, come l’ultimo arrivo Scibilia?
“Abbiamo accolto Danilo come un gran colpo di mercato. Grazie ai rapporti, il nostro presidente ha portato Danilo che si è dimostrato una sorpresa sia a livello di campo sia di persona. Ha portato quella cosa in più che mancava nello spogliatoio, quel pizzico di esperienza che fa la differenza”.

Scarica l’app MYSP Sport e segui in diretta tutte le partite dell’Ostiantica Calcio 1926, disponibile sia per Apple che Android

Ottavia

Ottavia U14, l’allenatore Del Brocco: “Felice del lavoro dei ragazzi durante la sosta, ci aspetta una partita ostica”

Questa settimana, dopo un mese di stop causa sosta natalizia, tornerà in campo l’Ottavia U14 Regionale, militante nel Girone A. Una pausa però, come racconta il mister Giovanni Del Brocco sulle pagine social ufficiali della società, che è stata anche un’opportunità per migliorarsi e che il suo gruppo ha approcciato nel migliore dei modi: “Sabato ricominciamo e non vediamo l’ora, un mese è tanto. Sono molto contento del lavoro che hanno fatto i ragazzi, avevo chiesto tanto sacrificio durante le feste e ce l’hanno messa tutta. Ci siamo spesso allenati la mattina presto e sono stati comunque tutti presenti. C’è stato spirito di sacrificio anche da parte dei ragazzi che hanno passato le vacanze fuori ma che hanno comunque seguito un programma d’allenamento consegnatogli da noi. Abbiamo spinto molto dal punto di vista atletico, e per questo non siamo ancora brillantissimi, ma sono sicuro che sia un lavoro che ci ritroveremo durante l’anno. Sono veramente felice e orgoglioso dello spirito che i ragazzi hanno messo durante la sosta, si sono impegnati e ci sentiamo bene”. Arriva poi l’analisi sul primo appuntamento del nuovo anno contro l’Aurelia Antica Aurelio: “Ci aspettiamo una partita ostica: loro sono il secondo attacco del campionato, quindi per noi sarà una grande prova. Dobbiamo fare assolutamente bene, abbiamo bisogno dei tre punti e lotteremo per prenderceli. Sono fiducioso che i miei ragazzi mi regaleranno una bella soddisfazione, se lo meritano per tutto l’impegno che hanno dimostrato”.

Fonte: profilo Facebook ufficiale SSD Ottavia Calcio 1978

 

Per guardare le partite dell’Ottavia U14 Regionale scarica l’applicazione MySpSport, disponibile su App Store e Google Play

Indomita Pomezia U19, il tecnico Fabio Bianchi prepara la sfida contro l’Insieme Formia: “Il gruppo ha tutto per fare bene”

Dopo l’esonero di Giuliano Sugamele, l’Indomita Pomezia ha scelto l’ex coordinatore del settore giovanile Fabio Bianchi per far ripartire l’U19 Regionale. Il tecnico tira le somme sull’incarico appena concluso e racconta l’inizio di questa nuova avventura. “Dispiace sia andata così, mi piaceva il ruolo che avevo come coordinatore. Mi dispiace perché significa che qualcosa non è andato per il verso giusto, ma sono comunque più che motivato nel tornare in panchina ed allenare questo gruppo. È una rosa di ragazzi volenterosi e penso che abbiano tutte le carte in regola per poter far bene. Ringrazio quindi la società per la fiducia e per la nuova opportunità di tornare a lavorare sul campo”.
Il cammino di Bianchi è iniziato da appena due partite, una vinta in casa della Vjs Velletri e una persa nel derby contro l’UniPomezia prima in classifica. “A Velletri la squadra si è comportata davvero bene, abbiamo messo subito il risultato in cassaforte e poi nel secondo tempo siamo stati bravi a gestire e a non rischiare nulla. Contro l’UniPomezia per circa mezzora abbiamo retto molto bene il campo, poi abbiamo avuto una flessione ed alcuni infortuni hanno indirizzato il match in un altro senso. Perdere contro la prima in classifica comunque ci sta. Adesso abbiamo alla ripresa un’altra partita molto complicata, in trasferta contro una squadra (l’Insieme Formia, ndr.) che sta lottando per la promozione. Dovremo mettercela tutta, così come nelle altre sfide che affronteremo. I ragazzi si stanno impegnando molto ed i risultati si vedranno, non soltanto nel nostro campionato ma anche in relazione al rapporto con la prima squadra: cercherò il più possibile di fornire ad Aiello ragazzi pronti per potersi misurare con l’Eccellenza”.

Fonte: Ufficio Stampa Indomita Pomezia

 

Per non perdere le partite dell’Eccellenza dell’Indomita Pomezia, scarica l’applicazione MySpSport, disponibile su App Store e Google Play.

UniPomezia, il DS Intelligenza sul vivaio: “Il lavoro sta portando frutti importanti”

L’UniPomezia si gode i risultati fin qui centrati dal proprio settore giovanile. A fare il punto della situazione è il DS del vivaio rossoblù Paolo Intelligenza: “Ci tengo innanzitutto a ringraziare il presidente Valle, il vicepresidente Morelli e il direttore Lo Russo. Sono sempre presenti e non mancano mai di far sentire il loro fondamentale supporto a tutto l’ambiente. La società ci mette impegno, lavoriamo tutti tantissimo e i risultati si vedono. Con l’Under 16 e l’Under 19 siamo primi in classifica, due gruppi importanti con cui, soprattutto con i classe 2007, puntiamo a vincere il campionato. Quest’ultima è l’unica categoria di Provinciali che abbiamo e perciò vogliamo riprenderci i Regionali, la squadra c’è, siamo fiduciosi. Anche gli altri gruppi ci stanno dando molte soddisfazioni, tant’è che con l’Under 14 e l’Under 15 siamo quarti. Questo dimostra come tutti i tecnici con i rispettivi staff stiano facendo un lavoro importante. Con l’Under 17 invece abbiamo avuto qualche difficoltà, ma abbiamo fatto innesti importantissimi e la squadra sono certo reagirà alla grande alla ripresa del campionato”. Il DS parla poi degli obiettivi del settore giovanile e di come raggiungerli: “Questa è una società importante e l’obiettivo è quello di crescere. Vogliamo portare a casa i risultati che ci siamo prefissati ad inizio stagione, lavorando così come stiamo facendo, con grande sintonia e spirito di confronto, ingredienti che non possono far altro che portare a grandi traguardi”.

Fonte: Ufficio Stampa UniPomezia